Il nostro Ferragosto - Omaggio al Giardino 2016

Come ogni anno dalla sua apertura, il Giardino Botanico di Oropa a Ferragosto cerca di dare un'impronta di arricchimento culturale alla giusta e doverosa giornata di riposo e svago, offrendo al pubblico che affluisce numeroso al Santuario e nei dintorni la possibilità di trascorrere un po' di tempo tra i suoi freschi sentieri, approfittare della disponibilità del personale a fornire informazioni sull'ambiente e sulle caratteristiche della Riserva del Sacro Monte di Oropa e del Sito UNESCO (Patrimonio dell'Umanità dal 2003), accompagnare i propri figli o nipoti in un luogo protetto a scoprire nuove emozioni: ad avvicinarsi, insomma, alla cultura, alla natura, al mondo delle piante e della biodiversità.
La società moderna è ormai informata su alcuni temi simbolici della conservazione, come ad esempio i grandi mammiferi, la qualità dell’aria, uccelli, acque, ecc. Le piante sono invece spesso considerate come qualcosa di statico, una semplice componente del paesaggio. Essenzialmente questo è vero, ma è altrettanto vero che le piante giocano un ruolo ben più importante. Le piante, infatti, sono la spina dorsale di tutta la vita sulla Terra: regolano il clima, purificano l’acqua, aiutano a creare terreni ricchi e tutelare i suoli dall'erosione. Le piante, nella loro diversità incredibile, sono una risorsa essenziale per la sopravvivenza umana ed il benessere del Pianeta e sono anche... una fonte di bellezza infinita.

L'iniziativa di Ferragosto che organizza ogni anno l'Oasi WWF del Giardino di Oropa grazie al sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, punta a sensibilizzare alla tutela ed alla conservazione del patrimonio vegetale delle Alpi: sono più di 300 le specie di piante considerate rare, vulnerabili od addirittura minacciate di scomparsa in Piemonte e alcune di queste si trovano anche nel Biellese. Per questo motivo il Giardino Botanico di Oropa collabora alla Banca del germoplasma vegetale del Piemonte, che raccoglie i semi di queste piante e li prepara per una lunghissima conservazione a bassa temperatura. Per tutti noi che amiamo le piante e vorremmo coltivarle nel nostro giardino, ma ne abbiamo a cuore la sopravvivenza in natura, sono disponibili moltissime specie e varietà presso i vivaisti, anche in forme selezionate per la "coltivazione domestica": ecco perché in occasione della Festa del Giardino di Oropa, verranno regalate a tutti i visitatori proprio delle piante provenienti da coltivazione vivaistica. In questo modo, attraverso il contatto tra il mondo della ricerca e della produzione, gli organizzatori sperano che il pubblico acquisisca consapevolezza nei comportamenti e nei consumi.

Omaggio al Giardino - Lunedì 15 agosto

La pianta di quest’anno: La dalia, fiore appartenente alla famiglia delle composite (la stessa delle margherite), è originaria del Messico ed è stata introdotta in Europa a scopi culinari (si pensava poter mangiare il bulbo come per le patate!), ma il gusto spiacevole dei bulbi e la bellezza della fioritura estiva l'hanno subito destinata ad ornare i giardini.
In passato le dalie godevano di grande favore non solo tra gli appassionati di giardinaggio che ne apprezzavano le fioriture mescolate alle altre piante perenni o annuali perché aggiungevano colore e interesse al giardino fino all’autunno, spesso erano infatti anche coltivate dai contadini in prossimità degli orti. I tuberi delle dalie venivano trattati alla stregua di quelli delle patate ed i fiori erano usati per preparare mazzetti da portare in casa o far bella mostra sull’altare della chiesa o per l’addobbo dei cimiteri.

Curiosità: I primi fiori di Dalia giunsero in Europa alla fine del 700 e furono inizialmente chiamate Giorgine, in onore del botanico russo Georgi. Una curiosità interessante gira attorno ad un premio, istituito nel 1864. Una società orticola inglese promise infatti 50mila sterline a chi, tramite incrocio o ibrido, fosse riuscito a creare una dalia blu. Il premio, a tutt’oggi, come accadde per la rosa azzurra, è ancora disponibile…

Il Giardino sarà aperto con il consueto orario (dalle 10 alle 18 continuato) ed il personale sarà a disposizione dei visitatori per dare informazioni e distribuire materiale documentativo sulle piante. Ad ogni visitatore pagante verrà donata una pianta in vaso (sino ad esaurimento scorte).

Ore 11.00, 15.00 e 16.30 Visite guidate (incluse nel biglietto d’ingresso) agli alberi ed alle collezioni del Giardino Botanico con l'illustrazione della » chiave di riconoscimento online degli Alberi ed arbusti della Provincia di Biella.
I bambini in visita al Giardino potranno anche divertirsi con le attività del "GiardinGiocando"!
Ore 16,00 La Tisana delle quattro. Degustazione gratuita

Documentazione disponibile:
Locandina
Volantino Biodiversità

Per essere sempre informati sulle nostre attività, rimani in contatto con noi!