Voi siete qui | Home « | Scienza « | Biodiversità « | Seeds4Biodiversity (SEMIdiBIODIVERSITÀ)

Seeds4Biodiversity (SEMIdiBIODIVERSITÀ): il Progetto

Recentemente il regresso della flora spontanea ha raggiunto ritmi preoccupanti sulla Terra. La sua conservazione, quindi, è fondamentale per frenare l'emorragia rappresentata dalla perdita di biodiversità vegetale. Seppur rapportato alla modesta entità del territorio nazionale che prende in esame il progetto (la Riserva Speciale del Sacro Monte di Oropa » dove opera l'Oasi WWF Giardino Botanico, estesa per 1500 ettari e l'Oasi WWF Riserva Naturale dei Ghirardi », in Provincia di Parma, di 600 ettari), la conservazione della biodiversità vegetale è tra le priorità dei i soggetti gestori e degli stake holder territoriali.
Le due Oasi si trovano in aree protette da Leggi Regionali e quindi godono, in linea di massima, di un ragionevole livello di tutela, almeno dal punto di vista legislativo. Si tratta di aree, però, sempre più minacciate: senza considerare l'impatto, non per questo trascurabile, dei cambiamenti climatici e delle specie aliene invasive, le aree in questione sono sotto pressione a causa di attività umane come il turismo ed il sovra pascolo.

Gli obiettivi

Seeds4Biodiversity mira a conservare le piante rare/protette e sensibilizzare il pubblico in visita nelle due Oasi e nei territori limitrofi sull'importanza della conservazione della biodiversità vegetale, attraverso una campagna di comunicazione, che punta a formare il pubblico sul rispetto della flora (protetta e non).
Il progetto ha predisposto un piano di azioni » “su misura” in grado di attrarre e veicolare i visitatori delle due Riserve, rispondendo in modo adeguato alle aspettative di una domanda specializzata (ma spesse volte disorientata o disattenta), definendo un piano di comunicazione coerente con la loro identità e, contestualmente, cercando di salvaguardare l’ecosistema territoriale, in un’ottica di sostenibilità sociale, ambientale, culturale ed economica.

Risultati attesi

Al di là di quelle che saranno le risultanze in termini di conoscenza scientifica e tecnico-pratica del progetto (garanzia per un lavoro continuativo sulla conservazione delle risorse biologiche e sull'utilizzo sostenibile delle stesse), un grosso potenziale è contenuto nel messaggio pedagogico che sarà possibile mutuare attraverso l'interpretazione dei dati scientifici per poi "tramutarli" in messaggi informativi adatti al pubblico generico in visita al Giardino Botanico, per i fruitori turistici della Conca di Oropa e della Riserva regionale e per gli insegnanti e le scolaresche che fruiscono normalmente dei servizi educativi del Giardino e, non ultima, per la popolazione locale.

Proteggere le piante attraverso questa moderna «Arca di Noè» costituita dal Giardino Botanico di Oropa, assicurandone la conservazione nel tempo, significa cercare di garantire un futuro sereno a noi e alle prossime generazioni.

I Partner

WWF ITALIA, Oasi WWF Riserva Naturale dei Ghirardi (Parma), Fondazione CR Biella, Amministrazione del Santuario di Oropa, Fondazione Funivie Oropa.

Progetto sostenuto da